Terapia del dolore

La soluzione per una migliore qualità di vita

Tutti abbiamo diritto a vivere senza dolore.
Diamo voce alla tua sofferenza

Siamo il centro HUB di riferimento regionale per la terapia del dolore DCA 14 maggio 2015

Il centro è stato costruito step by step grazie alla professionalità di chi vi lavora quotidianamente, alla passione ed alla dedizione di un’affiatata équipe, multidisciplinare e multi professionale.


Il dolore severo è un sintomo che influisce pesantemente sulla qualità della vita, con effetti negativi anche sulla sfera psicologica, emotiva e relazionale. Per valutarlo correttamente e predisporre la terapia più appropriata è opportuno un corretto approccio multidisciplinare, attenta valutazione clinica ed anamnestica, avvalendosi tra l’altro di scale di misurazione del dolore dedicate agli adulti, ai bambini e alle persone con deficit cognitivi, ed esami strumentali specialistici di secondo livello. Sulla scorta di questi elementi si elabora così e si attua, un percorso terapeutico e procedurale personalizzato, secondo le più recenti linee guida, con l'unico obbiettivo di raggiungere un valido risultato. Il dolore, soprattutto quello cronico, è un peso troppo grande da sopportare da soli, il nostro compito è quello di eliminare o alleviare questo peso indirizzando ed affiancando ogni paziente, con grande dedizione ed alta professionalità, per tutto il percorso di cura.

La mappa del dolore

Per centrare la giusta cura

Il dolore è un campanello d’allarme che segnala un malfunzionamento del nostro organismo. Questo campanello, a volte, continua a funzionare anche quando non ce n'è più bisogno.

E’ così che ci si ammala di dolore. E’ una condizione invalidante che influisce pesantemente sulla qualità della vita. A differenza del passato il dolore non è più o non è solo una questione che riguarda malattie a progressione infausta.

Il punto di svolta è rappresentato dalla legge 38 del 2010, oggi si è finalmente consapevoli del dolore, l’offerta sanitaria è riorganizzata, l’accesso alle cure indispensabili è più semplice ed è un diritto per tutti.

Dove si trova il tuo dolore?
Clicca sulla zona del corpo dove avverti dolore e seleziona la patologia

Il dolore oncologico

L’attenzione verso tutti quei pazienti che combattono una battaglia tanto impegnativa è speciale. I nostri modelli di cura seguono approcci moderni, dove l’intervento chirurgico è accompagnato da quello farmacologico e da un sostegno psiconcologico, perché il disagio emotivo legato al peggioramento delle condizioni è in grado di acuire il dolore.

Il fine è riuscire a ridare al malato un sorriso in più.

Secondo alcune statistiche la metà dei pazienti a cui è stato diagnosticato un tumore curabile soffre di dolore, e la soglia aumenta di un venti per cento per quei casi in cui la malattia si trova ad uno stato avanzato. La buona notizia è che ben il novanta per cento dei pazienti può arrivare a gestire ottimamente la sofferenza. Questo significa un reale miglioramento della qualità della vita. Serve però un intervento mirato e multidisciplinare come quello che eseguiamo nella nostra clinica. Il dolore va esaminato, valutato caso per caso. Per comprenderne i meccanismi alla sua base, l’identificazione della fonte e delle vie del dolore.

Comunicazione

Direttore
dott. Francesco Amato

"Il paziente prima di tutto"

Il primo valore da condividere in questo modello di governance assistenziale è la visione della centralità del paziente. Perché il dolore non è una genericità, ma una specificità. Ogni individuo ha il suo dolore e reagisce in modo differente. Prima della terapia, importantissima è la diagnosi patogenetica.

Nel nostro centro le tecniche nano invasive rispondono alla perfezione alla filosofia paziente-centrica, in cui il rispetto delle strutture anatomiche e l’eliminazione del rischio da sala operatoria sono essenziali, decisive, irrinunciabili. Grazie agli interventi di microinvasività si evita l’anestesia generale, che rappresenta un rischio aggiuntivo all’intervento. Per tutte queste ragioni l’Hub di Cosenza è il Centro di riferimento regionale per la terapia del dolore in Calabria, in grado di contribuire concretamente ad una immagine positiva del servizio sanitario calabrese.

I numeri ci confortano ed è per questo che siamo costantemente impegnati nel sostenere la crescente fiducia dei calabresi, aumentano infatti i pazienti e diminuisce l’emigrazione sanitaria. La buona sanità è fatta di passione, professionalità, aggiornamento continuo e rimodulazione delle pratiche interventistiche secondo gli approcci più recenti ed un’attenzione sincera verso i pazienti.

Terapia del dolore Calabria

Resta in contatto

Modalità di accesso alle cure

Prenotazione

La modalità di accesso al Centro è quella tradizionale e cioè l’impegnativa redatta dal medico di medicina generale o da specialisti che prevedano l’indicazione per un trattamento di tipo algologico più complesso, con la dicitura “visita algologica” e “visita algologica per dolore oncologico” limitato ai pazienti con COD. 048”, previa prenotazione al Centro Unico di Prenotazione (C.U.P. 0984709025)

Prenotazione interna

La prenotazione interna è valida solo per i cicli di infiltrazioni ambulatoriali e per i pazienti seguiti presso l’ambulatorio dedicato al PDTA oncologico, per l’accesso al DH e per l’accesso al ricovero in regime ordinario previa preospedalizzazione.
L’Unità operativa complessa offre otto posti letto per ricoveri ordinari e due posti per day hospital. Nella UO di Cosenza sono presenti tre ambulatori, una sala per la diagnostica algologica, sala operatoria e l’infermeria, oltre agli studi medici e alla sala riunioni.
Ci si può rivolgere al Centro Unico di Prenotazione (CUP 0984709025)

Copyright © 2019 Terapia del dolore. Tutti i diritti riservati.
Centro Hub Regionale di Terapia del Dolore Presidio Ospedaliero "Mariano Santo" - Contrada da Muoio Piccolo, 87100 Cosenza (CS)

Centro di riferimento Regionale nel campo della Terapia del Dolore DCA 14.05.2015

Cookie policy | Privacy policy

design: cfweb